Val Sagrado MapA pochi chilometri da Cusco baciata da uno splendido sole e attraversata dal fiume Urubamba o Vilcanota si trova la "mitica Valle Sacra degli Incas", luogo di benefico clima e rara bellezza, che fin dai tempi degli Incas era il luogo di villeggiatura preferito dai sovrani e, ancor oggi molti "cusquenos " passano i loro fine settimana lungo le rive del fiume o protetti dai frondosi pisonay che numerosi sorgono sulle piazzette dei molti villaggi attraversati dalla strada che collega Pisaq a Ollantaytambo.
Già importante nell'epoca incaica la Valle Sacra era il granaio di Cusco, infatti dalle vaste tenute incaiche che costellavano la vallata e le falde delle montagne circostanti proveniva tutto il mais, le patate,i tuberi vari e anche molta frutta che finivano direttamente nei depositi reali della città, anche ai giorni nostri la produzione agricola della valle è di prima qualità soprattutto per ciò che riguarda la coltivazione del mais che qui dà dei risultati eccellenti e anzi senza nessun dubbio il mais dell' Urubamba è il migliore al mondo.
La Valle Sacra oltre ad essere stata in passato luogo di svago fu anche centro religioso di primissima importanza, gli Incas credevano addirittura che il fiume Urubamba fosse lo specchio della via lattea sulla terra.



PRIMO GIORNO


Val SagradoPISAC è la prima tappa a 32 km da Cusco e 2.972 metri di altitudine.
È un'attrattiva e un pittoresco paese che ha grande fama per il suo mercato artigianale che si svolge al martedì - giovedì e domenica.
Famosa anche per il suo sistema di irrigazione ed osservatorio astronomico inca.
Nella parte alta si trovano i resti archeologici inca di Pisac con un grande sistema di marciapiedi e con un orologio solare in pietra o "Intihuatana".
Lasciando Pisac, a 18 Km arriviamo a Calca, di grande attrattiva per i suoi bei paesaggi rilevati per gli innevati Pitusiray e Sahuasiray.
In questa provincia si trova il complesso archeologico di Huchuy Cusco, i bagni termo-medicinali di Macha Cancha, acque termali solforose, e Minasmoqo (acque gassose fredde).

Val SagradoLa nostra visita prosegue e dopo 20 km arriviamo a Urubamba situato nel cuore della Valle Sacra fu un altro centro agricolo precolombiano.
Da Urubamba è possibile realizzare escursioni verso l'innevato Chichòn come verso la Selva, è anche un posto appropriato per la pratica del turismo di avventura.
Proseguiamo e arriviamo ad Ollantaytambo circa 25 km, è chiamata la valle del Tambo e si estende sulle rive del fiume Vilcanota fimo a Machu Picchu, è un complesso archeologico formato da valli e templi, terrazze e edifici come il Tempio del Sole, il Mañaracoy o salone reale, l'Incahuatana ed i Bagni della Principessa.


SECONDO GIORNO


Val SagradoPrima tappa a Chinchero 28 km da Cusco, è bel paesaggio andino circondato dagli innevati perpetui di Chichón, il Wequey Willca, chiamata comunemente (puma sillo o veronica).
Tuttavia il suo maggiore attraente è il suo mercato domenicale originalmente affezionato al baratto di prodotti tra i comuneros della Valle e quelli delle parti alte.
Per le stradine di Chinchero si respira un aria di altri tempi.
Proseguiamo ed arriviamo dopo 12 Km a Maras, un piccolo villaggio che fu molto prospero nell'epoca coloniale, per il suo arrivo si devia sulla strada che conduce ad Urubamba.
La sua singolare attrattiva, oltre alla chiesa coloniale, sono le miniere di sale o salineras ubicate vicino al paese che attirano gli osservatori e soprattutto i visitatori.
Utilizzate da epoche precolombiane, il sale è estratto grazie ad un antico sistema di essicazione, mediante il quale l'acqua salata proveniente di un ruscello sotterraneo è esposta al sole in centinaia di pozzanghere fino a volatilizzarsi, pronta per essere commercializzata.

Val SagradoLo spettacolo luminoso che offrono gli stagni durante i mesi dell'estate montanara, da aprile ad ottobre, è certamente incomparabile.
A 7 km da Maras, troviamo Moray è famoso per l'anfiteatro infossato formato da quattro marciapiedi circolari che sembrano sparire all'interno della puna a mo' di un cratere artificiale.
I marciapiedi costruiti presentano muri di contenimento ed un ammirabile sistema di irrigazione che permettevano di coltivare più di 250 specie vegetali.
Si prosegue poi per Ollantaytambo o si ritorna a Cusco in base ai vostri piani di viaggio.


OPZIONI:

Una Volta arrivati a Ollantaytambo ci sono 3 opzioni:

Prendere il treno del pomeriggio e proseguire per Aguascaliente e Machu Picchu (scheda)


Pernottare ad Ollantaytambo per continuare il giorno dopo la visita in valle sacra


Ritornare a Cusco in serata per poi vistare la parte mancante di valle il giorno seguente



La maniera più pratica e più libera per Visitare la Valle sacra è contrattare un taxi direttamente a Cusco che vi porta in ogni sito vi aspetta e vi porta al sito seguente.
E così via fino al termine della visita, qui sotto una tabella con i prezzi indicativi del costo del taxi (non a persona).
Ovviamente contrattando si riesce ad ottenere un buon prezzo.

RACCOMANDAZIONI


L’utilizzo di una guida locale nei vari siti è molto utile


Chiedere sempre permesso per fotografare bimbi o persone


Meglio non mangiare cibi cotti nelle bancarelle dei mercati


Rispettare l’ambiente e la natura


COSA PORTARE:


Giacca antivento e impermeabile nella stagione delle piogge


Occhiali sole e berretto


Crema solare per il viso


Medicine personali


Moneta locale per piccoli acquisti nei mercati




Machu Picchu MapPosta a 2400 metri sul livello del mare, nella provincia di Urubamba, Machu Picchu (vetta antica, in spagnolo) sorprende per la forma in cui le pietre si dispongono su una collina stretta e a più livelli, e come bordi una cresta di 400 metri che forma un valico dal quale si arriva al fiume Urubamba.
Cittadella circondata dal mistero perché, fino al momento, gli archeologi non hanno potuto decifrare la storia e la funzione di questa città di pietra di quasi un chilometro d'estensione, eretta dagli inca in una zona geografica magica dove confluisce l'andino e l'amazzonico.
Forse il mistero non sarà mai svelato; fino ad ora esistono ipotesi e congetture.
Per alcuni fu un posto di avanguardia nel progetto di espansione territoriale degli inca; altri credono che fu un monastero dove si formavano le fanciulle (ancelle) che avrebbero servito l'Inca e il Willac Uno (sommo sacerdote).
Si presume dal fatto che, dai 135 cadaveri ritrovati durante le ricerche, 109 furono donne... ma prescindere dai misteri e dai miti, la vera bellezza di Machu Picchu, dichiarato Patrimonio Culturale dell'umanità, risiede nelle sue piazze, nei suoi acquedotti e nelle torri di avvistamento, nei suoi osservatori e nell'orologio solare, prove della saggezza e della tecnica dei costruttori andini.



PRIMO GIORNO


Machu PicchuPartenza da Ollantaytambo in treno Vistadome nel pomeriggio.
Arrivo dopo 2 ore ad Aguascaliente dove ad aspettarvi ci sarà un referente con un cartello con scritto il vostro nome il quale vi porterà all'hostal prenotato.
In serata breve incontro con la guida che vi illustrerà e coordinerà la visita a Machu Picchu del giorno seguente.


SECONDO GIORNO


Machu PicchuPrestissimo verso le 5.30 farete colazione per salire con uno dei primi bus in partenza alla cittadella di Machu Picchu dove si arriverà in 20 minuti.
Le prime due ore si passeranno con la guida ufficiale dopodichè il tempo restante sarà a vostra disposizione per visitare liberamente le rovine, dopo essersi accordati con la guida per l'ora di ritrovo per scendere ad Aguascaliente e prendere il treno che vi porterà a Cusco dove si arriverà verso le 20:30.


INCLUDE


Treno Ollantaytambo-Aguascaliente in servizio Vistadome


Treno Aguascaliente-Cusco in servizio Expedition


Biglietto di entrata a Machu Picchu (su richiesta Whayna Picchu)


Notte in Hostal cat 3 stelle in camera doppia con bagno privato e colazione


Guida ufficiale a Machu Picchu


RACCOMANDAZIONI


Particolare attenzione per chi scala Huayna Picchu


Non buttare carte o cicche per terra, sarete severamente ripresi


Usare scarpe comode o sportive, c’è da camminare molto


COSA PORTARE:


Giacca antivento e impermeabile nella stagione delle piogge


Occhiali da sole e berretto


Crema solare per il viso


Piccoli Snack e acqua minerale (non ci sono posti di ristoro all’interno ed è vietato consumare cibi all’interno della
cittadella)